Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2016

Oroscopi: un altro anno di previsioni mancate

Anche quest'anno, il CICAP ha scrupolosamente verificato le previsioni rilasciate da astrologi e veggenti alla fine del 2015 e nel corso del 2016. Una delle attività più amate e attese da chi segue il lavoro di questa associazione, e che anche per il 2016 riconferma quanto sapevamo: non è possibile prevedere il futuro. È arrivata anche nel 2016 la stagione del controllo sulle previsioni astrologiche, che il CICAP (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze) ha raccolto nel corso dell'anno, come fa ormai da più di vent'anni.

"Non si tratta di una vera e propria indagine scientifica, che richiederebbe ben altri mezzi, ma serve a ricordare che gli astrologi, raramente messi davvero alla prova, non sono in grado di prevedere assolutamente nulla", osserva Massimo Polidoro, psicologo, scrittore e segretario nazionale del CICAP.

Tendenze 2017: per ESET sarà l'anno dei "Rot"

Sicurezza informatica a rischio riscatto. Il bilancio del 2016 e i buoni propositi per l'anno nuovo.ESET ha pubblicato unrapporto con le previsioni annuali sulla sicurezza per il 2017, intitolato "Tendenze 2017: sicurezza a rischio riscatto". Il rapporto presenta temi chiave sulla sicurezza informatica, sia per le aziende sia per gli utenti privati, introducendo le nuove minacce che prenderanno forma nel 2017.

Sulla base delle informazioni raccolte dai laboratori di ricerca ESET di tutto il mondo, il rapporto indica una nuova tendenza all'orizzonte: il Ransomware delle cose, o Rot. Ovvero, la possibilità che i criminali informatici violino i dispositivi, in particolare quelli delle reti domestiche, chiedendo il pagamento di un riscatto per permettere agli utenti di tornare a prenderne il controllo.

"Medicina e pseudoscienza. La salute tra scienza e falsi miti nell'era 2.0"

È il titolo del congresso nazionale che si terrà a Roma, il 7 e l'8 aprile 2017, organizzato dal Gruppo C1V. Tra i tanti temi affrontati, si parlerà anche di vaccini, con il chimico e divulgatore scientifico Silvano Fuso, e lo psicologo e consulente del CICAP Armando De Vincentiis. Da un lato i vaccini, la scienza e le conquiste della medicina in termini di benefici per la salute pubblica. Dall'altro, le credenze antiscientifiche e le resistenze culturali e psicologiche ai programmi di prevenzione vaccinale.

Si tratta di uno dei tanti temi al centro del congresso nazionale "Medicina e pseudoscienza. La salute tra scienza e falsi miti nell'era 2.0: dalla ricerca, ai vaccini, al cancerogeno, agli psicofarmaci". L'evento è promosso e organizzato dal Gruppo C1V, e si svolgerà a Roma il 7 e l'8 aprile 2017.

Energia: fusione nucleare, un progetto da 500 milioni per un'infrastruttura strategica in Piemonte

Un progetto da 500 milioni di euro e oltre 1.800 addetti, per creare, in Piemonte, il DTT (Divertor Tokamak Test facility), l'infrastruttura di ricerca sulla fusione nucleare. Realizzare in Italia un polo scientifico-tecnologico tra i più avanzati al mondo, un progetto da 500 milioni di euro e oltre 1.800 addetti, per dar vita ad un'infrastruttura strategica di ricerca sulla fusione nucleare, con lo sviluppo di tecnologie innovative per la competitività dell'industria nazionale.

Si chiama DTT, Divertor Tokamak Test facility, e potrebbe nascere in Piemonte, su impulso di Regione, Unione Industriale ed ENEA. L'investimento complessivo di circa 500 milioni di euro richiederà almeno 270 addetti per la costruzione e 500 per la sperimentazione, ai quali si aggiungeranno, rispettivamente, 350e 750 posti nell'indotto terziario.

Abbiamo la prova: c'è un legame tra lo scioglimento del ghiaccio in Artico e l'aumento dei gas serra

Uno studio dell'ISMAR-CNR analizza, per la prima volta, lo scioglimento del permafrost durante l'ultima deglaciazione, evidenziando un sensibile aumento di anidride carbonica e metano. Processi che potrebbero verificarsi di nuovo in futuro.
Finora erano ipotesi di alcuni studiosi, ora c'è la prova. Esiste una corrispondenza tra lo scioglimento massiccio del permafrost in Artico e l'aumento dei gas serra in atmosfera. La notizia arriva dall'Istituto di Scienze MARine del CNRdi Bologna (ISMAR-CNR), che ha coordinato uno studio internazionale pubblicato su "Nature Communication", prendendo in esame carote di sedimento dell'ultima deglaciazione.

"È noto che oltre un terzo del carbonio della Terra si trova in Artico, in uno stato congelato detto permafrost. Negli ultimi trent'anni, questi suoli stanno subendo un progressivo riscaldamento, e sono quindi a rischio di scioglimento", spiega Tommaso Tesi, ricercatore ISMAR-CNR e primo autore del la…

Alimentazione: un progetto per ridurre l'impatto ambientale

È partito un nuovo progetto Ue, sotto la guida scientifica dell'ENEA: PEFMED. L'obiettivo è rendere l'industria agroalimentare più ecosostenibile.Accrescere l'innovazione in chiave greene ridurre l'impronta ambientale di tutta la filiera agroindustriale: questi gli obiettivi del progetto PEFMED, coordinato dall'ENEA per la parte scientifica e cofinanziato con circa due milioni di euro dalla Commissione europea. Vi partecipano il Ministero dell'Ambiente e sette partner, provenienti da Spagna, Francia, Slovenia, Portogallo e Grecia.

Il progetto applicherà, in via sperimentale, la metodologia "Product Environmental Footprint", elaborata dalla Commissione europea, integrandola con indicatori di tipo territoriale e socio-economico. Il tutto per misurare l'impatto ambientale di un campione di circa 100 imprese, localizzate in nove distretti territoriali europei.

Internet Explorer: un milione di utenti in pericolo

Gli utenti di Internet Explorer sono minacciati da Stegano, un malware nascosto nei pixel di banner pubblicitari infetti. Anche l'Italia è tra le nazioni colpite. I ricercatori di ESET hanno scoperto un nuovo exploit kit (uno script o un virus che sfrutta una specifica vulnerabilità), che si diffonde attraverso pubblicità pericolose inserite in alcuni siti web famosi, soprattutto di informazione, con milioni di visitatori al giorno.

I sistemi di rilevazione di ESET mostrano che, da ottobre 2016, questi contenuti malevoli sono stati visualizzati da oltre un milione di utenti in Italia, Australia, Canada, Gran Bretagna e Spagna.

La grande siccità della California

Una siccità senza precedenti. Oggi, la California ha raggiunto il picco massimo di siccità dal 1895, quando si iniziò a tenere traccia del tempo atmosferico. Il Golden State potrebbe trasformarsi completamente. Nell'ipotesi peggiore, potrebbe perdere la sua rigogliosa agricoltura e le sue imponenti foreste. La pioggia californiana deriva dal grande ammasso equatoriale di acqua calda che si forma al largo delle coste del Sud America. Il calore dell'acqua alimenta le tempeste, che sollevano l'umidità nell'atmosfera, dove i venti la raccolgono e la trasportano in Nord America. Ma, negli ultimi anni, sembra che in quella massa d'acqua calda del Pacifico occidentale ci sia qualcosa che sta inceppando i meccanismi meteorologici.

Forse la causa è associata alla minore differenza di temperatura tra equatore e poli. Sta di fatto che una "cresta" di alta pressione si è fermata sul Pacifico orientale, proprio lungo il percorso dei venti, e sta deviando il flusso vers…

Italia a secco

I nuovi modelli climatici ci permettono di vedere quello che ci aspetta per quanto riguarda le nostre risorse idriche. E non sono buone notizie. L'Italia è una terra di mezzo. Ci troviamo proprio al confine tra due fasce climatiche: il clima subtropicale e arido del Nord Africa, e quello temperato umido del centro Europa. Il nostro clima di tipo mediterraneo alterna inverni umidi a estati secche. Ma il cambiamento climatico in atto sta spostando il suo equilibrio verso quello subtropicale.

L'Italia è un paese particolare, sia per morfologia che per posizione geografica. È composto da una varietà di microclimi. Ecco perché, finora, i climatologi erano insoddisfatti dei modelli usati per descrivere gli scenari futuri nel nostro paese. Adesso c'è COSMO-CLM, un modello ad altissima risoluzione, sviluppato da un consorzio europeo e messo a punto sull'Italia dagli scienziati del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC) e del Centro Italiano Ricerche Aerospazi…

"Energie misteriose. Viaggio tra scienza e non scienza": il nuovo libro di Silvano Fuso

Dal paranormale alle medicine alternative, dai cristalli alle piramidi: una lunga carrellata di affermazioni pseudoscientifiche alla base di pericolose confusioni sul concetto di "energia". Perché il senso critico è sempre la nostra arma più preziosa. Quali equivoci, quali insidie e quali trappole pseudoscientifiche dietro l'uso della parola "energia"? A queste domande risponde il libro "Energie misteriose. Viaggio tra scienza e non scienza", appena pubblicato dalla casa editrice C1V Edizioni, per la collana Scientia et Causa.

L'autore è Silvano Fuso, dottore di ricerca in scienze chimiche, docente di chimica, divulgatore scientifico ed esponente del CICAP, il Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze. I suoi libri costituiscono sempre una lettura interessante.