Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2016

Felice Midwinter dalla stazione Concordia!

Cronache dall'Antartide Ieri, 21 giugno, è stata la celebrazione principale dell'anno in Antartide: il Midwinter (giorno di pieno inverno). Si tratta del giorno più corto dell'anno nell'emisfero Australe, nel circolo polare Antartico, e il punto di svolta del periodo di oscurità.

Anche se, all'interno del continente, ci vorranno ancora 50 giorni prima che il sole riappaia sopra l'orizzonte. Però, le ore di crepuscolo a mezzogiorno iniziano a crescere, fino a quando si avrà la prima alba, il 12 agosto.

Europei 2016: attenti alle truffe sui biglietti

Ci sono moltissimi siti web ingannevoli, che offrono biglietti per gli europei a prezzi esorbitanti: i tifosi sono avvertiti! La competizione per decretare la migliore nazionale di calcio europea è iniziata da poco, e l'avventura azzurra è partita con grande successo. La voglia di assistere alle partite dal vivo sale sempre di più, e molti tifosi stanno cercando, in queste ore, di acquistare online i biglietti per le partite, desiderosi di vedere le gesta dei loro giocatori preferiti.

Ma per i meno cauti, l'acquisto in ritardo dei biglietti può essere difficile, e rischia di terminare nel peggiore dei modi, portando alla perdita del denaro o persino al furto dei propri dati personali.

Come se la passa il sistema energetico italiano?

L'ENEA lancia l'Analisi trimestrale del sistema energetico italiano, che fotografa il primo timestre 2016 e analizza le tendenze 2015. Fra le novità, un indice sintetico per valutare il livello di soddisfacimento del cosiddetto "trilemma energetico": decarbonizzazione, sicurezza energetica e costo dell'energia. Nei primi tre mesi del 2016, i consumi di energia a livello nazionale hanno registrato un calo dello 0,6 % (in parte spiegabile da un inverno più mite). C'è stato un incremento dell'utilizzo dei prodotti petroliferi del 4 %, ed una diminuzione del 5 % del gas nel settore residenziale.

Nel mix della generazione elettrica, è aumentato l'utilizzo di fonti fossili (gas +11 %) e si è ridotto l'apporto delle rinnovabili, a causa del forte calo della produzione idroelettrica (-17 %). Stabili, invece, eolico e solare.

Cellule "kamikaze" contro i tumori

Un team guidato dall'IFAC-CNR di Firenze ha messo a punto un metodo innovativo per caricare con nanoparticelle d'oro le cellule immunitarie, che diventano così in grado di individuare i tumori e distruggerli con una sorta di "bomba". La tecnica è stata sperimentata in colture cellulari e modelli biologici. Veicolare agenti diagnostici e terapeutici nell'organismo umano, sfruttando una delle caratteristiche più insidiose delle cellule tumorali: la loro abilità di asservire il sistema immunitario alla propria proliferazione e diffusione.

È quanto sono riusciti a realizzare ricercatori del CNR dell'Istituto di Fisica Applicata "Nello Carrara" (IFAC-CNR), in collaborazione con colleghi dell'Istituto di Fisiologia Clinica (IFC-CNR), e del Dipartimento di Scienze Biomediche, Sperimentali e Cliniche dell'Università di Firenze. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista "Advanced Functional Materials".

La top 5 dei malware in Italia

La top 5 dei malware in Italia si basa su Live Grid, l'esclusiva tecnologia Cloud di ESET, che identifica mensilmente le minacce informatiche globali per numero di rilevazioni.1 - JS/Danger.ScriptAttachment (rilevato nel 19,3 % delle infezioni)
Al primo posto della top 5 dei malware di maggio 2016, si attesta un ransomware distribuito come allegato email. Una volta aperto, scarica e installa differenti varianti di malware, la maggior parti delle quali sono cripto-ransomware.

Tra questi troviamo alcune famiglie ben note, comeLocky, il cui scopo è quello di crittografare i dati preziosi, chiedendo poi centinaia di euro per decriptare i file. Oltre che in Italia, nell'ultimo mese, questo malware ha registrato un picco di infezioni in Lussemburgo, Repubblica Ceca, Regno Unito e Paesi Bassi.

PELL: il nuovo sistema anti-sprechi per l'illuminazione pubblica

La riqualificazione del sistema di illuminazione pubblica nazionale, attraverso interventi di efficienza aventi come oggetto la sostituzione delle tecnologie illuminanti e le modalità di gestione degli impianti, permetterebbero di abbattere di oltre un terzo i consumi di energia, con un risparmio di circa 400 milioni di euro, e un milione di tonnellate in meno di emissioni di CO2. Si chiama Public Energy Living Lab(PELL), ed è un sistema di gestione messo a punto dall'ENEA per monitorare e rendere trasparenti i consumi nell'illuminazione pubblica. In particolare, PELL consente di programmare interventi di efficientamento che, applicati agli 11mila punti luce pubblici a livello nazionale, potrebbero far risparmiare quasi 400 milioni l'anno, pari a circa un terzo della bolletta per l'illuminazione pubblica degli 8mila comuni italiani.

Già in fase di sperimentazione in venti comuni italiani, PELL è stato inserito da CONSIP (la "centrale acquisti" della Pubbl…

Shale gas: nuova fonte energetica o pericolo per l'ambiente?

Il gas estratto dagli shale può sostituire petrolio e carbone per la produzione di energia, riducendo l'impatto ambientale dei combustibili fossili, ma questa fonte non sembra essere esente da inquinamento. Lo sviluppo e lo sfruttamento dello shale gas stanno rivoluzionando le prospettive di lungo termine della disponibilità di risorse di petrolio e gas. Abbondante e relativamente poco costoso da produrre, questa fonte rappresenta un punto di svolta nel mercato energetico: una nuova e importante fonte di energia fossile.

Tuttavia, la rapida espansione di shale gas, che ha visto come protagonisti principali Stati Uniti e Canada, si è verificata senza un'adeguata campagna di investimenti nella ricerca delle possibili conseguenze su ambiente e salute pubblica.

Energia dalle stelle

Parte la sfida per il maxi-progetto di energia dalle stelle made in Italy. A Roma, si sono radunati 450 tra i maggiori esperti mondiali di fusione nucleare.
Fino al 3 giugno, a Roma, 450 fra i maggiori scienziati ed esperti a livello mondiale nella ricerca sulla fusione nucleare, discuteranno dei progressi e delle novità più rilevanti nel percorso per riprodurre i meccanismi dell'energia delle stelle, e garantire una fonte inesauribile, sicura e pulita, in grado di soddisfare consumi energetici in costante crescita.

L'evento è organizzato dall'ENEA, leader nella gigantesca sfida della fusione, che vede il nostro Paese in prima fila nei programmi internazionali ITER, DEMO, Broader Approach, e nell'agenzia Ue Fusion for Energy (F4E).