Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2017

L'Italia fa un grosso passo indietro sulle malattie infettive

Le vaccinazioni per la difterite sono scese sotto la soglia di sicurezza del 95 per cento, così come quelle per morbillo e poliomielite. Torneremo ai vaccini obbligatori?Nel 1999 è stato abolito in Italia l'obbligo delle vaccinazioni per iscriversi a scuola. Negli stessi anni, è iniziata quella campagna mediatica contro i vaccini che, sventolando pericoli inesistenti o ampiamente soppravvalutati, ha provocato un tragico calo in tutte le immunizzazioni. E oggi la situazione è quella che è.

Per la prima volta da vent'anni, c'è stato un caso di difterite in Italia (a Bologna). La difterite colpisce le vie aeree superiori e può avere complicazioni gravi: cardiache, nervose e renali. Ormai, il 7 % dei bambini non è vaccinato contro la difterite. Se uno di loro dovesse contrarre la malattia rischierebbe la vita, perché la difterite non ha cure, o comunque da noi non vengono più prodotte.

Piero Angela al congresso "Medicina e pseudoscienza" a Roma

Il giornalista e divulgatore scientifico sarà tra i relatori, per parlare di come si comunica la scienza e di come l'informazione scientifica si differenzia dalle false notizie pseudoscientifiche. Il congresso è organizzato dal Gruppo C1V Edizioni, e si terrà a Roma il 7 e l'8 aprile. Anche Piero Angela parteciperà al congresso "Medicina e pseudoscienza: la salute tra scienza e falsi miti nell'era 2.0. Dalla ricerca, ai vaccini, al cancerogeno, agli psicofarmaci". L'evento è promosso dal Gruppo C1V ed è in programma per il 7 e l'8 aprile a Roma, all'Ergife Palace Hotel.

"L'informazione scientifica corretta si distingue, innanzitutto, per la verifica delle fonti e l'autorevolezza di quest'ultime", dichiara Piero Angela. "Per autorevolezza non facciamo riferimento, ovviamente, al principio di autorità, nella scienza esso non è contemplato, ma alla qualità del lavoro scientifico. Quest'ultimo si basa su un metodo universale …

Individuata una nuova app fake per Android che imita Adobe Flash Player per scaricare pericolosi malware

L'applicazione fake è stata individuata da ESET: si presenta come un aggiornamento di Flash Player e richiede urgentemente all'utente di abilitare una falsa modalità di risparmio energetico. I ricercatori di ESET hanno scoperto una nuova app pericolosa per i dispositivi Android, che imitando Adobe Flash Player può diffondere diversi tipi di malware estremamente dannosi. L'applicazione, rilevata da ESET come Android/TrojanDownloader.Agent.Jl, si diffonde attraverso siti compromessi, soprattutto per soli adulti, ma anche attraverso i social media.

La app induce gli utenti a scaricare un falso aggiornamento di Adobe Flash Player. Se la vittima si fa ingannare, dalla falsa schermata di aggiornamento, che appare esattamente come quella legittima e avvia l'installazione, successivamente vedrà comparire altre schermate ingannevoli.

Antartide: si conclude la campagna estiva e inizia quella invernale

Una nuova stagione invernale dà il cambio a quella estiva, lasciando 13 persone in completo isolamento fino a novembre. Mentre si avvia a conclusione la XXXII campagna estiva del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide (PNRA), prende il via la XIII campagna invernale presso la stazione italo-francese Concordia a Dome C, sul plateau antartico a 3.300 metri di altitudine, dove un team di 13 persone rimarrà in completo isolamento fino al prossimo novembre.

Per i prossimi otto mesi, 7 italiani del PNRA, 5 francesi dell'IPEV(Istituto polare francese Paul Emile Victor) e 1 medico dell'ESA (Agenzia Spaziale Europea) manterranno attive le attrezzature sperimentali e condurranno studi di glaciologia, chimica e fisica dell'atmosfera, astrofisica, astronomia, geofisica e biomedicina.

Come sta messa la ricerca pubblica in Italia?

L'Italia investe meno di altri Paesi in Ricerca e Sviluppo e ha meno ricercatori in rapporto alla popolazione. Ma la ricerca pubblica è in buona salute per pubblicazioni su riviste eccellenti. I dati sono stati presentati ad un incontro organizzato dalla Consulta dei Presidenti degli Enti Pubblici di Ricerca e dalla Conferenza dei Rettori delle Università Italiane.La ricerca pubblica come volano di sviluppo socio-economico, oltre che scientifico e culturale. La ricerca di enti e università come esempio di trasparenza nella pubblica amministrazione. La necessità di aumentare il capitale umano della ricerca come interesse anche finanziario del Paese.

Questi i temi affrontati il 13 febbraio scorso, nell'incontro su "La ricerca pubblica italiana: risultati, obiettivi e risorse", organizzato dalla Consulta dei Presidenti degli Enti Pubblici di Ricerca e dalla CRUI - Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, con i rispettivi presidenti: Massimo Inguscio, Presidente…

Alberi in cammino

I cambiamenti climatici minacciano le foreste di tutto il mondo, ma gli alberi non possono muoversi verso posti migliori. Per questo gli scienziati stanno esplorando una soluzione innovativa: spostare il loro DNA. Che un albero sia adattato al proprio habitat può sembrare un'ovvietà. Ma c'è una minaccia che incombe: questi habitat stanno cambiando con il riscaldamento del pianeta, e non è che un albero possa alzarsi e andarsene da un'altra parte. Una specie che non riesce a stare al passo con i cambiamenti climatici è spacciata.

Ma forse c'è una soluzione: una tecnica chiamata flusso genico assistito. In pratica, sono gli scienziati a spostare i geni di cui le foreste hanno bisogno. Questa tecnica potrebbe aiutare le specie ad adattarsi alle condizioni future, spostando organismi con specifiche caratteristiche da una parte all'altra del loro areale naturale.

Il ritorno del ransomware Cerber: unici colpiti, gli utenti italiani

Secondo le telemetrie di ESET il ransomware, già venuto alla ribalta nell'estate del 2016, sta registrando in queste settimane un picco di infezioni in Italia, unica nazione colpita a livello mondiale. Si chiama Cerber, il ransomwareche sta dilagando in Italia, criptando file di varia natura su dischi fissi, removibili e di rete, chiedendo poi di seguire istruzioni particolari per decriptare i file. Secondo la telemetria Live Grid utilizzata dai ricercatori di ESET, nell'ultimo mese Cerber ha registrato un'escalation di crescita.

Infatti, è arrivato dallo 0 al 25 % circa di prevalenza nel giro di poche settimane, con un trend ancora in aumento. Cerber si attesta al terzo posto delle minacce più diffuse in Italia nel mese di gennaio 2017, seguendo i temuti ScriptAttachment e Nemucod.

10 consigli contro lo spreco di cibo

Il 2 febbraio scorso è stata la Giornata Mondiale anti-spreco per quanto riguarda l'alimentazione. L'ENEA ha stilato un decalogo di buone pratiche per "sfruttare al meglio quel giacimento di risorse preziose nascosto nella spazzatura", come sottolineano gli esperti del Dipartimento Sostenibilità dell'Agenzia. I dati FAO parlano chiaro: in Italia, un anno di spreco alimentare potrebbe sfamare quasi 44 milioni e mezzo di persone. A livello mondiale, i numeri sono altrettanto allarmanti: ogni anno, più di un terzo della produzione mondiale di cibo si perde o si spreca lungo la filiera, circa 1,3 miliardi di tonnellate di alimenti sprecati, solo considerando la frazione commestibile.

Siamo al 7° posto nella classifica europea per quantità di cibo pro-capite sprecato all'anno. Secondo i dati ENEA, nel nostro Paese vengono gettati nel cassonetto circa 5,5 milioni di tonnellate di cibo all'anno. In pratica, 42 Kg di cibo a persona sotto forma di avanzi non riuti…