Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2017

National Geographic Festival delle Scienze: IL CAMBIAMENTO

L'appuntamento è all'Auditorium Parco della Musica, dall'11 al 14 maggio, a Roma. Come insegna Darwin, a sopravvivere alla selezione naturale non è la specie più forte, e nemmeno la più intelligente: è quella più pronta e disposta a cambiare, adattandosi alle rinnovate condizioni dell'ambiente.

Il cambiamento, chiave di lettura non solo della natura che ci circonda, ma anche della società in cui viviamo e di noi stessi, nel nostro percorso di esseri umani: sarà questo il tema chiave della dodicesima edizione del Festival delle Scienze di Roma, in programma all'Auditorium Parco della Musica, dall'11 al 14 maggio 2017.

Ed emergerà fin dal nome della manifestazione, che quest'anno diventa National Geographic Festival delle Scienze, grazie alla partnership con una delle maggiori realtà internazionali impegnata nella ricerca, nella conservazione del pianeta e nella divulgazione scientifica: National Geographic.

A prima vista,tutta la scienza è cambiamento: nella…

Nuova truffa su Google Play: un'app fake convince a pagare 18€ per un aggiornamento inesistente di Flash Player

Scaricata fino a 500mila volte negli ultimi sei mesi, l'app non contiene un codice maligno, ma si basa su tecniche di ingegneria sociale. ESET ha individuato un'altra app fake su Google Play, chiamata F11, che tramite tecniche di ingegneria sociale induceva gli utenti Android a pagare 18 € per scaricare un aggiornamento di Flash Player inesistente. Già, perché Flash Player per Android è sempre stato disponibile gratuitamente, ed è ormai obsoleto, essendo stato ritirato addirittura nel 2012.

Eppure, secondo gli esperti di ESET, l'app è stata scaricata dalle 100mila alle 500mila volte. Questo perché, probabilmente, la truffa era ben realizzata dal punto di vista grafico, ed i loghi che comparivano nell'app richiamavano esattamente quelli originali.

Una volta scaricata l'app, si apriva un finto tutorial che spiegava come completare l'installazione di Flash Player sul dispositivo Android. Poi, si veniva indirizzati su una pagina PayPal, sulla quale l'utente ign…

Scoperta un'altra varietà di ulivo resistente alla Xylella

Nuovi risultati dall'impegno del CNR nella ricerca di soluzioni all'emergenza fitosanitaria che colpisce da qualche anno la Puglia. Ricercatori dell'Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante del CNR, assieme a colleghi dell'Università di Bari e del Centro di Ricerca Basile Caramia, hanno scoperto fenomeni di resistenza nella varietà di ulivo "Favolosa", oltre che nel "Leccino". L'epidemia di Xylella fastidiosa che affligge da qualche anno l'olivicoltura pugliese ha ormai varcato i confini della provincia di Lecce, interessando anche parte delle province di Brindisi e Taranto. Si tratta di un territorio che ospita circa venti milioni di ulivi, e una grossa parte di questi è ormai gravemente compromessa.

Una situazione preoccupante a cui la scienza è chiamata a cercare soluzioni: la stima di Coldiretti Puglia è di un danno di oltre un miliardo di euro. In questo quadro si inserisce uno studio sulla resistenza al batterio di alcune v…

Dimenticate gli OGM: il futuro sono gli OGE

Le piante modificate con la tecnica di editing genomico CRISPR sono tanto diverse che modificheranno i toni del dibattito, e renderanno necessario ripensare che cos'è un OGM. Il segno distintivo di una tecnologia innovativa è la velocità con cui è applicata dai ricercatori. Da questo punto di vista, la CRISPR si situa tra i più importanti strumenti di cui si è dotata la biologia nell'ultimo mezzo secolo. Questa tecnica si porta dietro implicazioni spettacolari, e ha colpito la comunità scientifica con la forza di un tornado.

La rivoluzione della CRISPR potrebbe avere i suoi effetti più profondi inagricoltura. Ad esempio, i ricercatori cinesi hanno stupito la comunità degli agricoltori nel 2014, quando hanno mostrato che la tecnica poteva essere usata per rendere il grano resistente all'oidio, un'infezione fungina detta anche nebbia o mal bianco.

L'aspetto rivoluzionario della CRISPR è la sua precisione. Infatti, permette di disattivare qualsiasi gene, oppure di agg…

Ora i ransomware minacciano anche Smart TV e Smartwatch

I consigli degli esperti di ESET, per non farvi trovare impreparati. I ransomware, dopo aver colpito milioni di computer e smartphone nel mondo, ora sono pronti a sbarcare anche nel cosiddetto Internet delle Cose (in inglese, Internet of Things), prendendo di mira le TV connesse alla rete, gli smartwatch e i braccialetti biometrici per il fitness.

A lanciare l'allarme sui famigerati malware in grado di codificare i documenti di un dispositivo, per poi chiedere all'utente un riscatto, sono state alcune agenzie di sicurezza britanniche, tra cui la National Crime Agency, che in questi giorni hanno pubblicato un rapporto sulla sicurezza informatica globale.

Nel documento, viene dato risalto proprio alle future evoluzioni di minacce come il Cryptolocker, che sembrano ormai prossime ad interessare anche quegli oggetti di uso comune sempre più connessi a Internet.

Questa notizia si colloca in un momento storico contraddistinto da attacchi informatici che hanno sfruttato proprio l…

La cattura del carbonio ci salverà?

In ogni programma di riduzione del riscaldamento globale, la tecnologia di cattura del carbonio ha un ruolo importante, ma su di essa pesano molte incertezze. Non c'è nessun piano credibile per evitare il riscaldamento globale, né dei singoli paesi né dell'Intergovernmental Panel on Climate Change, che non preveda qualche tecnologia di cattura e stoccaggio del carbonio (Carbon Capture and Sequestration, o CCS). Anche gli scenari basati pesantemente su energia nucleare o fonti rinnovabili richiedono la cattura dell'anidride carbonica, per ripulire le emissioni che deriverebbero da cemento e acciaio necessari.

Le centrali elettriche a carbone sono la fonte principale di emissioni di CO₂ nel mondo, perché i paesi più inquinanti basano gran parte della propria produzione elettrica su questo tipo di centrale. E pochi sono disposti a smettere di bruciarlo. Se non chiudono le centrali, il solo modo in cui questi paesi possono rispettare gli impegni presi durante la COP21 è impedi…

Fotovoltaico: un progetto per ricreare la filiera industriale in Italia

Creare know-how, sviluppare una filiera industriale all'altezza e favorire la competitività del sistema produttivo nazionale per quanto riguarda l'energia: questo è il progetto AMPERE. Sviluppare in Italia una filiera industriale in grado di produrre celle fotovoltaiche super efficienti e low cost, e riconquistare competitività nel settore. È questo l'obiettivo del progetto europeo AMPERE - Automated photovoltaic cell and Module industrial Production to regain and secure European Renewable Energy market.

È finanziato con 14 milioni di euro dal programma Ue di ricerca e innovazione Horizon 2020 e vi partecipano, in Italia, ENEA, IMM-CNR (Istituto per la Microelettronica e Microsistemi del CNR) di Catania, la PMI RISE Technology e 3SUN del gruppo Enel Green Power, leader del settore in Italia e capofila di AMPERE.

Il progetto punta a creare, nello stabilimento catanese della 3SUN, una linea produttiva che, in cinque anni, sia in grado di realizzare moduli fotovoltaici ad al…

In arrivo il ransomware parlante che blocca il cellulare chiedendo un riscatto

È stato individuato dai ricercatori di ESET ed è opera di una banda di cyber criminali molto giovani. Una voce femminile che arriva dal vostro smartphone o tablet Android si è appena congratulata con voi?
Purtroppo non si tratta né di uno scherzo né di un'app all'ultima moda, ma di un nuovo tipo di ransomware che ha bloccato lo schermo del vostro smartphone e vi sta chiedendo un riscatto.

I ricercatori diESET hanno individuato il malware con il nome di "Android / Lockerpin", visto che l'altra sua caratteristica distintiva è la possibilità di reimpostare il codice PIN di blocco dello schermo.

Il ransomware parlante si diffonde tramite un dropper malevolo, utilizzato per decodificare ed eseguire il malware. Il processo di infezione si attiva nel momento in cui l'utente apre manualmente l'app dannosa in cui è nascosto il ransomware, e tocca il pulsante "Clicca per l'attivazione gratuita". Successivamente, alla vittima viene richiesto di conced…