Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2017

Caldo record: arriva la diretta Facebook con esperti ENEA per ridurre consumi e bollette

L'appuntamento con #ARIACONDIZIONATAINCLASSEA è su Facebook per mercoledì 28 giugno, dalle ore 11.00, sulla pagina @ENEAUfficioStampa, per informazioni, risposte e chiarimenti via social. Difendersi dal caldo record usando l'aria condizionata in modo "intelligente", grazie ai consigli dell'ENEA per ridurre consumi e bollette. Mercoledì 28 giugno dalle ore 11.00, sulla pagina Facebook @ENEAUfficioStampa gli esperti saranno collegati in diretta per dare informazioni, risposte e chiarimenti via social.

La diretta social è stata ribattezzata #ARIACONDIZIONATAINCLASSEA, in sintonia con la campagna nazionale di informazione e formazione sull'efficienza energetica "Italia in classe A", promossa dal MiSe e realizzata dall'ENEA per promuovere una cultura dell'uso efficiente ed eco-sostenibile delle risorse energetiche.

Secondo le stime, comportamenti più consapevoli e attenti consentono di ottenere benefici economici, con risparmi dal 5% al 7% sul …

Cambiamento climatico: i grattacieli in legno sono il futuro?

Gli edifici in legno stanno diventando sempre più sicuri, robusti e alti e potrebbero anche offrire un aiuto per rallentare il riscaldamento globale. C'è un edificio che spicca in mezzo a tutti gli altri, nella vecchia città di Prince George, in Canada: racchiuso da un'elegante facciata di vetro, alto 30 metri, costruito interamente in legno nel 2014, è una delle strutture moderne in questo materiale più alte del mondo.

Ma si tratta di qualcosa di più di una meraviglia dell'architettura: ospitando il Centro di Design e Innovazione per il Legno della University of Northern British Columbia, è anche un incubatore per gli edifici in legno del futuro, e il portabandiera di un movimento che potrebbe aiutare ad affrontare il cambiamento climatico.

L'edificio è fatto come una torta a strati, con assi di legno incollate e pressate insieme, tagliate con precisione con il laser e poi assemblate sul posto. Tutto considerato, l'università ha evitato l'emissione di più di …

Submelius, il malware che infetta Google Chrome: l'Italia tra i paesi più colpiti

Nell'ultimo mese, minacciati il 30% degli internauti italiani, con punte del 45%. Colpiti in particolare siti popolari per la visione di film online. Si chiama Chromex.Submelius il malware che reindirizza il browser dell'utente verso un indirizzo specifico con contenuti dannosi, veicolato principalmente attraverso Google Chrome, attualmente uno dei browser più utilizzati al mondo.

Secondo le statistiche di ESET, Submelius si è diffuso tra aprile e gli inizi di maggio nei paesi dell'America Latina, focalizzandosi nell'ultimo mese in Europa, in particolare in Spagna e Italia, dove ha minacciato fino al 45% degli internauti.

Submelius si propaga specialmente attraverso popolari siti per la visione di film online: l'utente visualizza sul browser le classiche finestre con l'annuncio "è stato rilevato un virus" o "guadagna soldi lavorando da casa". In questo caso però il browser non reindirizza ad un'altra pagina con un annuncio pubblicitario…

La primavera 2017 è stata anomala per l'Italia

Le anomalie climatiche registrate in Italia dall'Istituto di Scienze dell'Atmosfera e del Clima del CNR. Con maggio si chiude, dal punto di vista meteorologico, la primavera 2017. Per l'Italia è stata la seconda primavera più calda dal 1800 ad oggi, con un'anomalia di +1.9 gradicentigradi rispetto alla media del periodo di riferimento 1971-2000. È stata superata solo dalla primavera 2007, in cui venne rilevata un'anomalia di +2.2 gradi.

I singoli mesi hanno fatto registrare tutti e tre temperature più alte del normale: +1.6 gradi per aprile e maggio e +2.5 gradi per marzo. Per quanto riguarda le precipitazioni, maggio è stato l'ennesimo mese che ha visto piogge al di sotto della media, portando la primavera 2017 ad essere la terza più asciutta dal 1800 ad oggi, con un deficit di quasi il 50% rispetto alla media.

Questo non fa che aggravare una situazione siccitosa che si protrae ormai dall'inizio dell'inverno: a parte una parentesi di abbondanti precip…

Svelata l'origine delle "Tegnùe", i coralli di Venezia

La genesi di queste scogliere sommerse, patrimonio di biodiversità, risale a circa 7.000 anni fa, quando le antiche pianure sono state invase dal mare. I fondali italiani del Mar Adriatico settentrionale non sono formati solo da sabbia e detriti, come comunemente si immagina. Nella parte nord-occidentale, al largo di Chioggia, sorgono conformazioni rocciose sommerse alla profondità di oltre venti metri che ospitano ecosistemi acquatici unici. Chiamate in dialetto veneto "tegnùe", perché trattengono le reti dei pescatori, sono composte da organismi incrostanti che gli conferiscono un aspetto simile alle barriere coralline.

Uno studio coordinato dall'Istituto di Scienze Marine del CNR (ISMAR-CNR) ha indagato l'origine di questi sorprendenti habitat marini. La ricerca ha coivolto anche l'Università di Padova, l'Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale (OGS), l'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) e il C…

L'insonnia digitale dei preadolescenti italiani tra videogiochi, chat e adescamenti

Indagine ESET su Internet e minori: un preadolescente su due dichiara di navigare su Internet durante la notte all'insaputa dei genitori, mentre uno su tre è stato adescato da un adulto attraverso profili falsi. Il vamping, ovvero la tendenza dei ragazzi a navigare su Internet durante la notte, già diffuso tra gli adolescenti, ora ha contagiato anche i giovanissimi tra gli 11 e i 13 anni. È quello che emerge dall'indagine su Internet e minori in Italia condotta da ESET: un ragazzo su due rimane connesso per diverse ore durante la notte, molto spesso utilizzando profili social finti che nessuno conosce, quindi non controllabili dai genitori e al tempo stesso facile preda della rete degli adescatori.

Un preoccupante 35% dei preadolescenti ammette di essere caduto nella trappola del grooming, cioè di essere stato adescato da un adulto attarverso un profilo finto. E se non sorprende che l'utilizzo che i giovanissimi fanno di Internet sia soprattutto focalizzato sulle chat di